News e avvenimenti

Diario

> News e avvenimenti > Casa Generalizia > Formazione - Consulta > Consulta Generale - 2011 > Diario

 

Lunedì, 21 febbraio

La Madre Generale questa mattina salutando cordialmente l’assemblea ha dato inizio ai lavori della settimana, sottolineando l’importanza del cammino unitario di tutto l’Istituto pur nella varietà delle culture. La realtà unificante è la Parola di Dio di fronte alla quale siamo chiamate a sviluppare l’attitudine dell’ascolto per essere “annunciatrici del Vangelo”.

Madre M. Teolinda ha sollecitate tutte noi ad “essere segno di luce e di speranza” che è Cristo per l’umanità di oggi.

 

Nel pomeriggio P.Alberto Valentini, Monfortano e Biblista, ha aiutato l’assembea a soffermarsi, nella riflessione e nella condivisione, sulla figura del Apostolo Pietro chiamato a guidare la Chiesa. In questa missione solo l’amore vissuto nella totalità rende la persona abile a portare avanti il compito che le è affidato.

 

Martedì, 22 febbraio

Don Rino Cozza, Giuseppino del Murialdo ha catturato l’attenzione dell’assemblea sul cammino storico evolutivo della vita Consecrata soffermandosi sul volto della Vita Consecrata nel Post Concilio, quello cioè di essere “Trasparenza”  del Vangelo”, Persone donate alla Chiesa, Trasparenza e annuncio di via fraterna.

Il mondo di oggi ha grande bisogno di vita ascetica, siamo chiamate a suscitare una passione gioiosa al punto da innamorare i giovani di oggi del nostro modo di essere.

 

Mercoledì, 23 febbraio

I lavori continuano nella gioia e ricchezza della condivisione.

Si prendono in esame le delibere ed auspici del XII Capitolo Generale riportati negli Atti Capitolari, da attuare nelle varie circoscrizione seguendo una linea unitaria. Sono emerse tante iniziative per celebrare adeguatamente e soprattutto nella gratitudine i vari 125 anniversari, 1° luglio, fondazione dell’Istituto, Progetto personale e comunitario ecc…

 

Giovedì, 24 febbraio

Il Prof. Rebonato questa mattina ha incontrato i Consigli delle Circoscrizioni sul tema: “Promuovere una mentalità progettuale per lo sviluppo delle opere apostoliche”.

Il Professore si è soffermato su alcuni punti per la realizzazione di un progetto di solidarietà. Bisogna avere una nuova  mentalità: osservare il presente, prevedere il futuro e produrre beni. Oggi siamo chiamati ad ascoltare il grido dei poveri perchè ciò motiva un progetto.

Il Prof. Rebonato  conoscendo  il nostro carisma e le varie attività che portiamo avanti nel mondo a favore dei piccoli e dei poveri ha detto: “siete una bella multinazionale di Dio!” con queste parole ha salutato l’assemblea.

 

Venerdì, 25 febbraio

Oggi le Consigliere generali, responsabili dei vari settori, hanno presentato alle Circoscrizioni le linee programmatiche del proprio settore nell’intento di dare nuovo vigore alle attività dell’Istituto e di realizzare quanto espresso negli Atti del XII Capitolo Generale e suscitare collaborazione tra le consigliere dei rispettive settore di delegazione.

 

Sabato, 26 febbraio

A conclusione della Celebrazione Eucaristica celebrata dal Padre Generale, le Circoscrizioni in comunione con tutte le Figlie del Divino Zelo sparse nel mondo, hanno fatto l’Atto di Affidamento a Maria. La corale richiesta di “avere una nuova premura nell’amore fraterno, un  nuovo ardore nella preghiera, un coraggio nuovo nell’annunziare il Vangelo… una perseveranza nuova nel servizio della Chiesa,” ha concluso questo momento “toccante” davanti alla statua della Vergine Santa.

 

Presso la statua del nostro amato P. Fondatore in Vaticano, i vari Consigli di Circoscrizione hanno elevato preghiere e canti per i bisogni della Chiesa e della Congregazione. Ogni circoscrizione, attraverso una preghiera litanica a S.Annibale ha presentato i desideri di bene scaturiti da questo incontro per lo sviluppo di ogni circoscrizione.

 

La Madre Generale ringrazia l’assemblea con sentimenti di viva gratitudine per l’intensa partecipazione ai lavori di questa settimana. Nel suo intervento conclusivo la Madre M. Teolinda ha sollecitato tutte a non rifugiarsi nel passato e a non scoraggiarsi per il futuro ma una fede più autentica nel Risorto, ci fa riprendere il cammino nella certezza che Cristo è sempre con noi ed è Lui a guidare le comunità.

La Madre M. Teolinda ha sottolineato alcuni punti:

 

w  il primato di Dio;

w  l’importanza della comunità;

w  il valore del dialogo fraterno;

w  una nuova forza nella pastorale vocazionale;

w  un maggiore impegno nella condivisione del carisma con i laici.

 

 

Domenica, 27 febbraio

La Madre Generale col suo consiglio incontra singolarmente  le Circoscrizioni  per valutare insieme le prospettive di sviluppo e risolvere  delle  difficoltà comuni.

 
Torna alla pagina precedente