News e avvenimenti

Professione Perpetua - Suor M. Margaret Kolarikkal

> News e avvenimenti > Casa Generalizia > Altre notizie - Casa Generalizia > Professione Perpetua - Suor M. Margaret Kolarikkal

Roma, 3 settembre 2006

         Con gioia immensa e con gratitudine senza fine unisco la mia voce a quella di Maria Santissima nel magnificare, lodare e ringraziare il Signore per questo giorno meraviglioso in cui Egli mi ha consacrata per sempre come sua sposa. Lo lodo per il suo amore gratuito e per la bontà con cui si dona continuamente e totalmente a me.

         E’ stato un giorno in cui ho constatato quanto afferma il nostro santo Fondatore: “La vocazione alla vita religiosa è la grazia più grande dopo il battesimo”. Con il battesimo una creatura diventa figlia di Dio, ma con la consacrazione ella diventa sposa Sua. Che meraviglia! E’ veramente una grazia speciale ed è inconcepibile alla mente umana.

 

 

 

 

 "Diventerai

mia sposa, 

sposa del

cuore mio.

Sarà tuo sposo

un Dio,

oh, che

gran sorte”

 

 

 

 

 

        Queste parole del Padre Fondatore che ho sempre cantato, per me sono diventate realtà. Come ringraziare il Signore per un amore così grande? Mi sento fermamente lieta della scelta che ho fatto con la grazia di Dio e maggiormente attratta dal suo amore sponsale.

È stato un giorno nel quale ho ricordato tutte le persone che mi hanno guidata nella via del Cristo del Rogate, dalla prima persona che ho conosciuto nel lontano 1993 all’inizio del mio cammino che mi ha portata a seguire l’anelito ardente del Padrone della messe, a quanti hanno partecipato alla mia gioia per il dono ricevuto.

Ricordo con gratitudine i miei genitori per la loro generosità, per avermi lasciata pienamente libera di consacrarmi al Signore e scegliere così la parte migliore. Nel giorno della mia professione perpetua li ho sentiti spiritualmente vicini e sfavillanti di gioia per la mia vita. 

        Ho elevato dal mio cuore, con gioia, un grazie per la Madre Generale e per tutte le consorelle che mi hanno accolta con tanto affetto tra le Figlie del  Divino Zelo.

      

       Concludo la mia condivisione di gioia con una preghiera:

O Dio Padre di infinito amore Tu hai pronunciato il mio nome. A te appartiene la mia vita. A te affido tutte le mie gioie e i miei desideri . Ecco Signore l’offerta che piace a Te, ecco la mia vita, la vita che hai donato a me io la dono a Te. Unita a Maria pronuncio il mio ‘fiat’ totale e, resa forte della sua presenza, ti prego, resta con me Signore Gesù così splenderò del tuo stesso splendore e potrò essere luce agli altri. Amen.

                                                                                

                                                                       Sr. M. Margaret Kolarikkal Paily, fdz

 
Torna alla pagina precedente