Suor M. Annunziatina Viscanti e Suor M. Prassede Colonna

> Suor M. Annunziatina Viscanti e Suor M. Prassede Colonna

 

Suor M. ANNUNZIATINA VISCANTI dei SS. Angeli Custodi


Suor M. Annunziatina Viscanti.jpgAl battesimo Rosa

Nata ad Altamura (BA) il 30/11/1924

Figlia di Donatangelo e Faustina Popolizio


Entrata in Istituto (Roma) il 11/07/1946

Ammessa al noviziato (Roma) 16/07/1949

Professa temporanea (Roma) 15/07/1951

Professa perpetua (Messina C.M.) 16/07/1957


Deceduta nella comunità di Montepulciano

il 29 giugno 2018 all’età di 92 anni.



Carissime Madri e Sorelle,


comunico che oggi, secondo giorno del triduo di preparazione alla celebrazione del 1° Luglio, il Signore ha chiamato a sé, dalla comunità di Montepulciano, la nostra carissima consorella


SUOR M. ANNUNZIATINA VISCANTI


Ella era nata ad Altamura il 30 novembre 1924; aveva ricevuto il sacramento del Battesimo il 4 dicembre 1924 nella parrocchia  di Santa Teresa e quello della Cresima il 12 maggio 1945 nella Cattedrale di Santa Maria Assunta, entrambi ad Altamura.

Entrata in comunità a Roma il 7 luglio 1946, fu ammessa al Postulato il 10 luglio 1946 e al Noviziato il 16 luglio 1949 sempre a Roma, dove emise anche la professione temporanea il 15 luglio 1951, nelle mani della Madre M. Espedita Ambrosini, e la professione perpetua il 16 luglio 1957 a Messina, nelle mani della Madre M. Lina Cavallo.

Suor M. Annunziatina ha trascorso i lunghi anni della sua consacrazione a Dio in diverse nostre Comunità: Vittorio Veneto, Messina, Oria San Pasquale, Firenze, Casavatore, Borgo alla Collina, Montepulciano, svolgendo sempre con impegno e passione diversi servizi: cucina, guardaroba, autista, assistenza minori. L’ultimo tratto della sua vita, circa venti anni, l’ha trascorso a Montepulciano nel servizio della portineria, fino a quando la malattia ha interrotto la sua attività, preparandola silenziosamente, nella sofferenza, all’incontro con lo Sposo celeste.

Preghiamo per lei, per i parenti e per tutte noi, perché si ravvivi la nostra fede e la nostra speranza nel mistero della morte e, quando il Signore verrà per le nozze, ci trovi pronte e con la lampada accesa.

Chiediamo a Suor M.  Annunziatina di intercedere dal Signore, per ciascuna di noi, l’impegno in un vero cammino di santità e, per la Chiesa e la Congregazione, il dono di sante vocazioni che, sull’esempio dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, di cui celebriamo oggi la solennità, annunzino con coraggio il Vangelo di Cristo.

Un caro ed affettuoso saluto a tutte.

Madre Isabella Maria Lorusso

  Superiora Provinciale

Marino, 29 giugno 2018

 




Suor M. PRASSEDE COLONNA  di San Giuseppe

Suor M. Prassede Colonna x.jpg

Al battesimo Maria Giuseppa

Nata a S.Vito dei Normanni (BR) il 03/11/1929

Figlia di Angelo e Lucia Marulli


Entrata in Istituto (Roma) il 25/11/1964

Ammessa al noviziato (Roma) 07/10/1965

Professa temporanea (Roma) il 07/10/1967

Professa perpetua (Bari) il 01/10/1972

Deceduta nella comunità di Bari 

il 11 giugno 2018 all’età di 88 anni.





Carissime Madri e Sorelle,

         questa mattina, alle ore 4.45, il Signore ha chiamato a sé, dalla casa di Bari, la carissima Consorella:

                                            SUOR M. PRASSEDE COLONNA

Suor M. Prassede era nata a San Vito dei Normanni (BR) il 3 novembre 1929, aveva ricevuto il sacramento del Battesimo il 7 novembre 1929 e quello della Cresima il 6 novembre 1937, entrambi nella parrocchia del paese, “San Francesco di Paola”, diocesi di Brindisi.

Entrata nel nostro Istituto a Roma il 25 novembre 1964, fu ammessa all’aspirantato il 7 dicembre 1964, al postulantato il 19 marzo 1965 ed al noviziato il 7 ottobre 1965. Emise la Professione temporanea il 7 ottobre 1967 a Roma nelle mani di Suor M. Ottavia Carcione e la Professione perpetua a Bari il 1° ottobre 1972 nelle mani di Suor M. Concezione Saba.

Suor M. Prassede, ha trascorso i primi tre anni della sua vita consacrata a Roma, poi è stata trasferita nella casa di Bari, dove è rimasta fino ad oggi, vivendo con molta semplicità e umiltà, nel servizio della cucina, fin quando le forze fisiche glielo hanno permesso. Negli ultimi anni ha vissuto la preziosa missione della preghiera e dell’offerta della sofferenza, preparandosi all’incontro con lo Sposo celeste.

Preghiamo per questa nostra carissima Consorella perché, presentandosi al Padre, possa dire con S. Paolo: “Ho combattuto la buona battaglia, ho terminato la corsa, ho conservato la fede. Ora mi resta soltanto la corona di giustizia che il Signore, il giudice giusto, mi consegnerà”.

Affidiamo a lei il compito di intercedere per noi presso il Padrone della messe perché invii numerose vocazioni alla Chiesa ed alla nostra Congregazione che, sull’esempio di San Barnaba apostolo, di cui oggi facciamo memoria, annunzino con coraggio il Vangelo di Cristo.

Un caro ed affettuoso saluto a tutte.

                                                                        

Madre Isabella Maria Lorusso

  Superiora Provinciale     

Marino, 11 giugno 2018



 
Torna alla pagina precedente