Suor M. Carmela e Suor M. Rosangela

28 - 29 giugno

> Suor M. Carmela e Suor M. Rosangela

 

Suor M. CARMELA MEDUGNO  di S. Michele Arcangelo 


ITv Carmela Medugno.jpg

Nata a Montefredane (Avellino) il 13/08/1927

Figlia di Vincenzo di Vito e di Pasqualina Verdile


Entrata in Istituto (Roma) il 04/03/1949

Ammessa al noviziato (Roma) il 15/07/1951

Professa temporanea (Roma) il 16/07/1953

Professa perpetua (Altamura) il 07/10/1958


Deceduta nella comunità di Altamura

il 29 giugno 2017 all’età di 90 anni.



Carissime Madri e Sorelle,

         questa mattina, alle ore 5.30, a poche ore di distanza da Suor M. Rosangela, il Signore ha chiamato a sé, dalla casa di Altamura, un’altra carissima Consorella:

SUOR M. CARMELA MEDUGNO

Continua, così, ad arricchirsi la schiera delle celesti Figlie del Divino Zelo, alle quali chiediamo di intercedere per noi presso il Padrone della messe perché invii altre vocazioni per colmare i loro posti, rimasti vuoti.

Suor M. Carmela era nata a Montefredane (AV) il 13 agosto 1927.

Entrata nel nostro Istituto a Roma il 4 marzo 1949, dopo il primo periodo di formazione, emise la Professione temporanea il 16 luglio 1953 a Roma e la Professione perpetua, sempre a Roma, il 7 ottobre 1958

Suor M. Carmela, ha trascorso gli oltre 60 anni della sua consacrazione a Dio con molta umiltà e semplicità, tra la dispensa, la cucina e la guida delle donne delle pulizie e degli operai, in diverse nostre Comunità: Roma, Oria SB, Borgo alla Collina, Sampierdarena, Vittorio Veneto, Taormina, Grottammare, Monza ed Altamura, dove era arrivata alcuni anni fa con il compito dell’apostolato della preghiera e l’offerta della sofferenza per i buoni operai.

Preghiamo per questa nostra carissima Consorella perché, presentandosi al Padre, possa dire, come ci ricorda S. Paolo nella Liturgia odierna: “Ho combattuto la buona battaglia, ho terminato la corsa, ho conservato la fede. Ora mi resta soltanto la corona di giustizia che il Signore, il giudice giusto, mi consegnerà; non solo a me, ma anche a tutti coloro che hanno atteso con amore la sua manifestazione”.

         Affidiamo a Suor M. Carmela il compito di intercedere dal Signore, per ciascuna di noi, l’impegno di un cammino di vera conversione e, per la Chiesa e la Congregazione, il dono di sante vocazioni.

Un caro ed affettuoso saluto a tutte.

                                                                Madre Isabella Maria Lorusso

Villaggio Annunziata, 29 giugno 2017




Suor M. ROSANGELA PIAZZOLLA  del Cuore di Maria   

Rosangela Piazzola.jpg


Al battesimo Nunzia

Nata a Barletta (BT) il 23/10/1930


Figlia di Emanuele di Vito e di Antonia Divincenzo

Entrata in Istituto il 09/09/1947

Ammessa al noviziato (Roma) il 16/07/1949

Professa temporanea (Roma) 15/07/1951

Professa perpetua (Altamura) 16/07/1957


Deceduta nella comunità di Villaggio Annunziata

il 28 giugno 2017 all’età di 88 anni.



 


Carissime Madri e Sorelle,

comunico che questa notte, dopo una vita di consacrazione religiosa intensamente vissuta, la carissima Consorella

SUOR M. ROSANGELA PIAZZOLLA

ha incontrato e contemplato il volto del Padre “cercato e amato senza un momento di riposo”, come ella stessa scrive in alcuni suoi appunti. 

Ella era nata a Barletta (BA) il 23 ottobre 1930. Nonostante tutte le difficoltà della famiglia, per essere l’unica figlia donna, a 17 anni, il 9 settembre 1947, fu accolta in Congregazione e, nella comunità di Roma, intraprese il cammino della sua storia vocazionale alternata, come ogni storia, da momenti di buio cupo e di luce splendida.

Dopo il periodo di aspirantato e postulantato, il 16 luglio 1949 venne ammessa al noviziato a Roma; emise la professione temporanea, sempre a Roma il 16 luglio 1951 e la professione perpetua ad Altamura il 16 luglio 1957.

Suor M. Rosangela, nei primi anni di Professione, ha lavorato in alcune Comunità dell’Italia: Giardini, Oria SB, Altamura, Campobasso e Monza come educatrice delle ragazze interne. Nel 1970 la Madre generale, Madre M. Lina Cavallo, la inviò come missionaria in Brasile e vi restò per 40 anni, svolgendo vari compiti in tutte le case che, man mano, si sono aperte in quella terra: maestra delle aspiranti, guardarobiera, assistente degli anziani e delle ragazze interne, superiora, economa, lavoro pastorale.

Suor M. Rosangela si è preparata a questo incontro con lo Sposo cercando, come lei scrive, di “vivere sempre aperta al mistero del Padre che mi ha portata a cercare intensamente la sua presenza viva in me, negli avvenimenti della quotidianità, nel prossimo mio fratello…”  

         “Nei 40 anni vissuti in Brasile ho cercato di vivere intensamente la dimensione del Carisma di operaia della messe ma, allo stesso tempo, quella contemplativa orante del carisma”.

Suor Rosangela, nei suoi ultimi appunti, ringrazia tutti, Superiore, consorelle amici e benefattori e quanti le sono stati vicini nel cammino carismatico contemplativo della messe; chiede che la celebrazione eucaristica sia vissuta in clima di festa in vista della Risurrezione.

Noi tutte ringraziamo lei ed il Signore per averci donato questa consorella dalla spiritualità molto profonda, che siamo invitate ad imitare. Affidiamola alla misericordia del Padre con la certezza che dal cielo continuerà a seguire il cammino della Congregazione e ad intercedere per la sua crescita numerica ma, soprattutto, per la crescita nella santità.

                                                         Madre Isabella Maria Lorusso

                                                        

Villaggio Annunziata, 28 giugno 2017



 
Torna alla pagina precedente