Tempo di Avvento

TEMPO STUPENDO IN CUI SI RISVEGLIA NEI CUORI L'ATTESA DEL RITORNO DI CRISTO É LA MEMORIA DELLA SUA PRIMA VENUTA

> Tempo di Avvento

 

 

L’Avvento è il tempo liturgico dell’attesa gioiosa della venuta di Cristo; esso ci aiuta a entrare nell’attesa delle “folle stanche e disperse” che ancora oggi, attratte da tanti miraggi, continuano a vagare per il deserto e non trovano la via della vita e le fonti di Acqua pura. La “messe che già biondeggia” ci riporta alla speranza viva che il Padrone del campo non lascerà perdere il suo raccolto e, a suo tempo, non mancherà di mandare i suoi operai.

È proprio la speranza la virtù che siamo chiamate a vivere e a sperimentare in questo tempo liturgico: una speranza che rende viva la preghiera e l’invocazione “per ottenere i buoni operai” anche quando sembra che il Signore tardi ad accogliere il nostro “grido del cuore”.

Un nuovo anno liturgico, cioè un nuovo cammino del Popolo di Dio con Gesù Cristo, il nostro Pastore, che ci guida nella storia verso il compimento del Regno di Dio. Perciò questo giorno ha un fascino speciale, ci fa provare un sentimento profondo del senso della storia. Riscopriamo la bellezza di essere tutti in cammino: la Chiesa, con la sua vocazione e missione, e l’umanità intera, i popoli, le civiltà, le culture, tutti in cammino attraverso i sentieri del tempo.

Questo cammino non è mai concluso. Come nella vita di ognuno di noi c’è sempre bisogno di ripartire, di rialzarsi, di ritrovare il senso della mèta della propria esistenza, così per la grande famiglia umana è necessario rinnovare sempre l’orizzonte comune verso cui siamo incamminati. L’orizzonte della speranza! Questo è l’orizzonte per fare un buon cammino. Il tempo di Avvento, che oggi di nuovo incominciamo, ci restituisce l’orizzonte della speranza, una speranza che non delude perché è fondata sulla Parola di Dio. Una speranza che non delude, semplicemente perché il Signore non delude mai! Lui è fedele! Lui non delude! Pensiamo e sentiamo questa bellezza.

Il modello di questo atteggiamento spirituale, di questo modo di essere e di camminare nella vita, è la Vergine Maria. Una semplice ragazza di paese, che porta nel cuore tutta la speranza di Dio! Nel suo grembo, la speranza di Dio ha preso carne, si è fatta uomo, si è fatta storia: Gesù Cristo. Il suo Magnificat è il cantico del Popolo di Dio in cammino, e di tutti gli uomini e le donne che sperano in Dio, nella potenza della sua misericordia. Lasciamoci guidare da lei, che è madre, è mamma e sa come guidarci. Lasciamoci guidare da Lei in questo tempo di attesa e di vigilanza operosa.




 

 

 

 
Torna alla pagina precedente